Cosa puoi visitare all’Elba

l’isola incontaminata amata da Napoleone

Se non hai ancora visitato l’Elba, devi farlo subito.

Questa deliziosa isoletta è destinata a diventare una delle destinazioni più cool del decennio.

Ecco alcuni buoni motivi per visitarla prima possibile!

Nuoti in acque incontaminate

L’Elba è una piccola isola situata nell’arcipelago toscano. Non è famosa come la Sicilia o la Sardegna, ma è ugualmente magnifica. È lambita da acque turchesi incontaminate perfette per nuotare durante l’estate.

La nostra casa vacanza Elba è vicino alla spiaggia dello Schiopparello: un lungo tratto di costa all’interno della baia di Portoferraio, caratterizzato da sabbia fine e grigia e acque trasparenti e incontaminate. Tutt’intorno la macchia mediterranea, in particolare tamerici e pini, fa da cornice a questa incantevole bellezza.

Non molto distante è anche la spiaggia del Norsi: una baia frequentata soprattutto dalla gente del posto con cui potrai scambiare chiacchiere e racconti. La spiaggia è di ciottoli con colori che vanno dal grigio all’azzurro limpido del mare.

Bimbo e mamma contro luce.
La spiaggia libera Le prade

Eviti la folla

Essere un posto fuori dai sentieri battuti ha i suoi (molti) vantaggi. Uno di questi è la mancanza di turisti. L’Elba non è una tipica destinazione turistica, quindi non troverai orde di persone o file e folle come nelle altre isole del Mediterraneo.

L’Elba è per lo più frequentata dai toscani e, se volete evitare anche loro, prenotate una gita in primavera o inizio autunno per godervi il silenzio.

Mangia ottima gastronomia di pesce

Essendo un’isola, l’Elba ha diversi ristoranti di pesce. Ogni mattina i pescatori vanno al largo e pescano tutto il giorno. Poi, nel tardo pomeriggio, portano il pescato nei ristoranti delle isole. Non dimenticare di ordinare cozze alla marinara, linguine allo scoglio e calamari alla griglia.

La cucina a base di pesce all'Isola d'Elba.
Surfista a Le Prade, la spiaggia libera.

È il posto perfetto per gli sportivi

Gli sportivi devono sapere che l’Elba è la meta ideale anche per loro. Troveranno posti perfetti per fare immersioni, escursioni, mountain bike, kayak e trekking. I visitatori più pigri possono trascorrere le loro giornate rilassanti sulle spiagge.

In particolare, immergersi all’Elba è una delle cose più belle che puoi fare; l’acqua è tra le più pulite d’Italia e puoi persino fare snorkeling per ammirare i colori, i pesci e le viste naturali sott’acqua. Uno dei posti migliori dove immergersi è l’arcipelago Formiche della Zanca, di fronte all’Elba, dove grotte e cavità regalano uno spettacolo raro e variopinto di flora e fauna mediterranea.

Visita una città ideale dei Medici

Come molti altri luoghi della Toscana, l’Elba è stata legata alla famiglia dei Medici.

Cosimo de’ Medici immaginò una città, Cosmopoli, a lui dedicata; fu fondata dagli architetti Giovanni Camerini e Bernardo Buontalenti. Un segno della dominazione medicea è ancora oggi visibile nel Forte Falcone, imponente fortezza a Porto Ferraio che sembra accogliere chi sta per mettere piede sull’isola.

Vista dio Portoferraio al tramonto.
Il faro di Portoferraio contro il sole.

Portoferraio e Napoleone

Portoferraio: Capoluogo dell’Elba e la città più grande, punto di arrivo della maggior parte dei traghetti da Piombino. Sede dell’esilio di Napoleone durante il suo esilio vanta una storia ricca e interessante. La città ha un’enorme fortezza medievale sul lungomare, il Forte Falcone, un centro storico colorato e rovine romane. Da visitare il Museo Nazionale di Napoleone, che racconta la storia dell’imperatore durante il suo esilio sull’isola, e il Giardino dei Semplici, un giardino botanico che ospita una grande varietà di piante e fiori.

Per la sua storia antica: Napoleone reget

Pochi sanno che l’Elba è legata a Napoleone. È stato un personaggio importantissimo per l’isola, che ancora oggi lo celebra e conserva le sue opere maggiori, come ville, teatri, musei e case. Uno dei migliori esempi di questo è Villa dei Mulini, un’antica villa medicea ristrutturata e ridisegnata da Napoleone.

Oltre a Napoleone, anche Alexandre Dumas è stato all’Elba a metà dell’Ottocento; l’isola di Montecristo è appena fuori dall’Elba – visibile ma, perché riserva naturale, non visitabile. C’era anche Paul Klee, che disegnava, e, nel 1947, Dylan Thomas sbarcò nella zona mineraria di Rio Marina che definì l’Elba la più bella isola del Mediterraneo.

La silouette di Napoleone, persona che ha vissuto all'Isola d'Elba
Interno di Calamita, la miniera di ferro di Capoliveri.

Le Miniere

L’Elba è ricchissima di ferro, e le sue miniere sono rinomate. Consigliata la visita alle miniere di Calamita a Capoliveri.
La storia di queste miniere risale a migliaia di anni, dall’epoca etrusca al 1980, quando furono chiuse. Il ferro è da sempre la risorsa principale della città e ha reso l’isola un punto centrale delle rotte commerciali del Mediterraneo. D’obbligo una discesa nella miniera del Ginevro: è l’unica miniera sotterranea dell’isola ancora accessibile.

Per ammirare fantastici tramonti

Una delle cose più romantiche che puoi fare all’Isola d’Elba è ammirare il tramonto con il tuo partner.

L’isola offre viste spettacolari sul Mar Tirreno, soprattutto nei mesi estivi quando il cielo si colora di sfumature di rosso, arancio e giallo.

Tramonto visto dalla spiaggia libera Le prade, vicino a Casa Gabri, Isola d'Elba.